Saturday, October 06, 2012

Materia oscura


Partiamo dallo strappo di Alzano Lombardo (1) del 1981 tenendo a mente, come dicevano i professori di una volta, che la pratica artistica entra nel consueto e lo stravolge… allo stesso modo sono entrato più volte nell’habitus del fare arte con l’intima convinzione del distruttore di forme consuete…
Pronto a stravolgere, a buttare tutto all’aria, a rompere, strappare, disperdere… con la convinzione che ci voglia forza e impeto per creare, per far volare le carte nere e modificarle prima che tocchino terra.


Perché volevo cogliere quell’attimo di sradicamento dal reale e dal quotidiano per tentare aggregazioni inedite in quella materia oscura (2) che ponevo ai confini del tempo. Ero convinto che da quella matrice senza dimensione e senza forma potevano nascere molte forme con la vocazione della precisione e dell’aderenza fattuale ad una geometria di base, rivoluzionaria nella sua elementare collocazione.

No comments: